Card image cap

Quali sono le più belle isole d’Italia?

Non solo Sardegna e Sicilia: sapevate che sul territorio italiano si trovano oltre 800 isole? Alcune sono solo spiagge non abitate, mentre altre offrono panorami inestimabili, dal grande valore storico e culturale. Se la costa della Penisola non vi basta, ecco l’elenco delle più belle isole d’Italia da visitare da Nord a Sud, tra mare e arte!

Isole Eolie

L’arcipelago delle Isole Eolie è composto da sette isole, rinomate in tutto il mondo per le loro acque trasparenti e le loro atmosfere tipiche: Lipari, Vulcano, Stromboli, Salina, Filicudi, Panarea e Alicudi.

Al largo di Messina, sulla costa settentrionale della Sicilia, le Eolie sono famose in tutto il mondo per le loro bellezze naturali, le atmosfere tipiche che le contraddistinguono, ma anche per i due vulcani ancora attivi che ospitano. Per questi motivi, le Isole Eolie sono state riconosciute dall’UNESCO Patrimonio dell’Umanità. Insieme costituiscono un itinerario imperdibile tra le isole d’Italia: andiamo a scoprirle.

Spiagge Isole Italia: Lipari

Lipari

L’isola di Lipari è la più grande delle Eolie, ricca di negozi e ristoranti, e con una vivace vita notturna. Da sempre è stata punto di riferimento per l’arcipelago, è la meta ideale per una vacanza culturale: sono da visitare obbligatoriamente la maestosa Cattedrale sul mare, il castello medievale e il museo archeologico, il tutto corredato da una passeggiata nel centro storico della città.

Dopo la visita al borgo, la prossima destinazione è la spiaggia. Le spiagge di Lipari sono rocciose, e bisogna camminare un po’ per raggiungerle: tra le oasi selvagge e di natura incontaminata troviamo le spiagge di Valle Muria e Spiagge Bianche.

Vulcano

L’isola di Vulcano è la perfetta incarnazione dell’anima aspra delle Eolie: è terra di magma, vapori sulfurei e bellissimi fondali blu. Ospita l’omonimo cratere, attualmente dormiente: l’attività vulcanica principale è costituita da fumarole, visibili in diverse zone dell’isola italiana, e tra le quali è raccomandata un’escursione, che può portarvi fin sul cratere.

Su Vulcano è consigliata una visita alla famosa Spiaggia Nera e all’isolata Spiaggia del Gelso.

Salina, tra le più belle isole d’Italia per il cinema

Salina è l’isola più verde delle Eolie, conosciuta per il piccolo borgo di Pollara, con le sue montagne gemelle, è la prediletta da tante famiglie con bambini. Ma non solo: proprio su quest’isola sono state girate alcune scene del film il Postino.

Il porto turistico è quello di Santa Marina, ma l’isola può essere comodamente attraversata in poco tempo: da visitare, in località Vallone Zappini, il ponte in pietra settecentesco facente parte dell’antica strada.

Salina è l’isola con più spiagge di sabbia: le più belle spiagge dell’isola sono Punta Brigantino, la spiaggia di Rinella e Prà Venezia.

Panarea

La più piccola delle Eolie ma per fascino e bellezza davvero unica: Panarea è la più glamour, con ristoranti e locali di charme e famosa per il turismo di élite. Panarea deve il suo nome alle caratteristiche fisiche del terreno: Panaraia significa infatti “tutta sconnessa”: l’isola e le sue coste frastagliate sono la cornice perfetta per piacevolissime passeggiate tra hibiscus, piante di capperi e buganvillee.

La storia cambia al tramonto: il centro della movida notturna è San Pietro, il salotto glamour delle isole Eolie, famoso per i suoi aperitivi sul mare, i locali e le discoteche!

Stromboli, Filicudi e Alicudi

Le isole più selvagge delle Eolie sono le mete ideali per gli escursionisti: lontani dal caos di Panarea, si offrono come rifugio alla vita mondana e al traffico.

Colossi di roccia, emersi dal mare, queste isolette italiane mettono a disposizione del turista in cerca di avventura inusuali e sorprendenti percorsi di trekking, che dalle sommità più elevate e panoramiche ci condurranno, declinando verso il mare, verso calette incontaminate.

Per visitare le spiagge e il mare incontaminato, è possibile noleggiare i tipici gozzi, che consentono una splendida vista dal mare.

Le più belle isole d’Italia: le Isole Egadi

L’arcipelago delle isole Egadi si trova al largo delle coste di Trapani, e comprende tre isole maggiori e una serie di isolotti. Le tre isole più belle e più importanti per dimensione sono Favignana, Marettimo e Levanzo. Gli isolotti minori, visitabili in giornata con un’escursione in barca, sono Maraone, Formica, dello Stagnone, Galera, Galeotta, Preveto e Faraglione.

Favignana

Isole d'Italia più belle: Favignana, isole Egadi

Favignana, l’isola più grande e più popolosa, è conosciuta anche come la Grande Farfalla sul Mare, poiché vista dall’alto ricorda una farfalla con le ali spiegate, divisa in due parti dal colle di Santa Caterina.

La storia dell’isola di Favignana ha radici antiche, e racconta la storia della Sicilia: da visitare assolutamente il Castello di Santa Caterina, l’unico dei tre castelli di Favignana ancora visitabile, e l’ex Stabilimento Florio. Si tratta di una ex Tonnara, oggi trasformata in un museo dove è possibile scoprire i segreti della pesca al tonno e il legame con l’isola.

Ma Favignana è tra le più belle isole d’Italia soprattutto per il mare: per la sua conformazione fisica, è possibile scegliere tra cale di sabbia fine, e grotte azzurre.

Tra le spiagge più belle ci sono Cala Rossa, premiata anche da classifiche internazionali come “spiaggia più bella d’Italia”, famosa per la sua sabbia finissima. Per gli amanti delle cale rocciose, la spiaggia del Bue Marino offre scogliere che sono state scolpite dall’uomo: si tratta di una ex cava di tufo, ora abbandonata.

Il tramonto migliore dell’isola di Favignana, invece, potrete ammirarlo dalla selvaggia Cala Faraglioni: un momento indimenticabile.

Marettimo, Levanzo e gli isolotti delle Isole Egadi

Non solo Favignana: anche Marettimo e Levanzo meritano un’escursione.

Entrambe le isole nascondono percorsi tra mare, arte e storia: sull’isola di Marettimo, tramite un sentiero non troppo complesso e accessibile anche ai meno esperti, è possibile raggiungere l’imponente Castello di Punta Troia, risalente al Medioevo.

L’isola di Levanzo, invece, nasconde nelle sue grotte segreti ancora più antichi: in particolare, con un’escursione in barca, è possibile raggiungere la Grotta del Genovese, le cui pareti interne sono ricoperte da graffiti di scene di caccia e pesca del 10.000 a.C.

Essendo isole poco abitate, tutte le spiagge sono a disposizione del turista per un

Le più belle isole in Puglia: le isole Tremiti

Le Tremiti sono un arcipelago di fronte alle coste pugliesi, al largo dei porti del Gargano.  Si tratta delle uniche isole italiane del sud dell’Adriatico, e sono un vero paradiso per gli amanti del mare: grazie al mare cristallino e alla loro conformazione, sono da sempre spiagge su cui sventola l’ambita Bandiera Blu.

Anche dette Diomedee, le Tremiti sono cinque isolette di natura rocciosa: San Domino, San Nicola, Capraia, Cretaccio e Pianosa. Solo due isole sono abbastanza grandi da essere abitate, ovvero San Domino e San Nicola, mentre le altre sono visitabili in giornata…rigorosamente in barca!  Dimenticate il traffico, le auto e lo stress delle città: noleggiate un gommone o prenotate un tour con una guida locale: solo così è possibile godersi l’arcipelago di Diomede.

San Domino

San Domino è la più grande delle isole Tremiti, e la più abitata. Nonostante sia circondata da grotte, ospita l’unica spiaggia sabbiosa del’arcipelago: Cala delle Arene. Circondata da grotte, visitabili tramite escursioni in barca, la più famosa è la grotta del Bue Marino, che prende il nome dalla colonia di foche monache che un tempo vivevano qui.

Celebre è anche Cala Matana, dove si trova la villa di Lucio Dalla. Il cantautore, di origini pugliesi, amava trascorrere all’isola di San Domino lunghi periodi dell’anno. Pare che fu proprio nella sua Villa alle isole Tremiti che compose alcuni dei suoi capolavori, tra cui Piazza Grande e Com’è profondo il mare.

isole tremiti

San Nicola, Capraia e le altre isole Tremiti

San Nicola, oltre che con il suo mare, incanta i turisti con la sua storia: ospita infatti l’Abbazia benedettina di Santa Maria a Mare, sorta secondo la leggenda sopra la tomba dell’eroe Diomede, creatore mitologico delle isole. L’Abbazia è così grande da essere ben visibile anche dalle isole vicine: partendo dal porticciolo, e superando le cinta murarie, è possibile ancora oggi visitare il convento e le sue sale.

L’isola di Capraia è la seconda isoletta più grande dell’arcipelago, ma non è abitata. Il suo nome viene fatto derivare dalla presenza, in età antica, di capre selvatiche.

Siete amanti delle immersioni? Poco lontano dall’isola di Capraia nel 1998 è stata sommersa una statua di San Pio, alta 3 metri e realizzata dallo scultore Domenico Norcia. L’opera si trova a circa 14 metri dalla superficie: volete provare a raggiungerla?

L’Arcipelago Campano

A largo del Golfo di Napoli si nascondono alcune delle isole più belle d’Italia: tutte splendide, sinonimo nel corso dei decenni di vacanze chic, ospitano tutto l’anno turisti internazionali, che si avvicinano alle spiagge sempre affollate con panfili e yacht.

L’isola di Capri

Capri è la più mondana tra le piccole isole italiane, ed è da sempre sinonimo di vacanza d’élite.

Comprende due comuni: Anacapri, la zona più autentica e più tranquilla dell’isola, che segue i ritmi lenti e tranquilli dei pescatori, e Capri, la parte più famosa e frequentata dell’isola, con boutique di lusso, il porto grande, la movida e la celebre Piazzetta, dove incontrare personaggi famosi in vacanza.

Capri è ideale da visitare tutto l’anno, non solo in piena estate. Sia in primavera che in autunno, quando è meno affollata, si può comunque godere del suo mare calmo e blu e temperature miti per il mare.

L’isola di Capri è famosa in tutto il mondo, oltre che per la sua movida, per il suo mare: simbolo dell’isola sono la Grotta Azzurra e i Faraglioni, entrambi visitabili in barca.

La Grotta Azzurra è una grotta larga 25 metri e lunga 60, dove solo le barchette di pescatori riescono ad accedere. Non preoccupatevi, perché nonostante il buio profondo, vedrete benissimo: l’acqua, di un azzurro intenso e abbagliante, illumina la grotta a giorno. Se amate l’avventura, partendo da Anacapri è possibile raggiungere a piedi la grotta, partendo dal centro di Anacapri.

Ischia, tra le isole più belle d’Italia

Tra le isole italiane da visitare c’è sicuramente Ischia. Parte dell’Arcipelago delle Isole Flegree, a nord del Golfo di Napoli, era poco conosciuta fino agli anni Cinquanta, quando divenne località amata da artisti del cinema internazionale.

I Comuni che compongono Ischia sono sei: Ischia, Casamicciola (rinomata località termale), Lacco Ameno, Forio (conosciuta in tutto il mondo per la Baia di Citara), Sant’Angelo, Serrara Fontana e Barano (dove sorge il monte Epomeo).

Ischia infatti non è solo una località balneare: è innanzitutto l’isola più grande del golfo di Napoli, ed è nota come l’Isola Verde, per la sua ricca offerta naturalistica, storico-artistica e culturale.

L’isola di Ischia offre il relax sulle sue spiagge cristalline, ma anche buon cibo e la possibilità di esplorare borghi suggestivi e fare immersioni benefiche nelle varie località termali. Le località più famose per le terme sono il Neogombo a Lacco Ameno e i Giardini Poseidon a Forio, entrambe con ingresso a pagamento. Terme libere sono invece quelle di Baia di Sorgeto e Cartaromana.

Gli amanti delle escursioni possono visitare assolutamente il suggestivo Castello Aragonese, il famoso borgo marinaro di Ischia Ponte antico, il porto e l’antica Villa de’ Bagni.

Un consiglio: per visitare Ischia, la soluzione ideale può essere noleggiare uno scooter e girare liberi tra i Comuni della città!

Le isole nel centro Italia: le isole Ponziane

Le Ponziane, o isole Pontine, sono tre le isole più belle e selvagge dell’Italia centrale, nel golfo di Gaeta. Le isole che fanno parte dell’arcipelago pontino sono Ponza, Ventotene, Santo Stefano, Zannone, Palmarola e Gavi. Di queste, solo le prime tre sono abitate, mentre la restante parte è da sempre disabitata, e meta di escursioni in barca.

Isola di Ponza, Italia

Le più belle isole d’Italia: Ponza

Ponza è un’isola autentica e poco frequentata, da visitare in poco tempo. Le sue calette nascoste in molti casi sono raggiungibili esclusivamente via mare, altrimenti percorrendo a piedi dei sentieri immersi nel verde.

Tra le tante isolette italiane, Ponza è unica per la ricchezza della sua vegetazione e la sua morfologia frastagliata e aspra. Offre non solo spiagge sabbiose, ma anche calette nascoste e scogliere imperdibili, soprattutto per gli amanti dello snorkeling: le grotte sottomarine di Ponza, infatti, sono famose in tutta Europa!

La spiaggia più bella e famosa è senz’altro Chiaia di Luna, una mezzaluna di sabbia, sovrastata da una bianca scogliera, raggiungibile via mare e prima anche tramite un tunnel di epoca romana: è il lungomare dell’isola di Ponza, ideale per un cocktail al tramonto.

Imperdibili a Ponza sono le grotte di Pilato e la grotta di Ulisse, entrambe raggiungibili tramite un’escursione in barca che vi farà fare il giro dell’isola per tuffarvi nelle acque blu.

Ventotene e Santo Stefano

L’isola di Ventotene si trova a metà strada tra Roma e Napoli, ed è uno dei luoghi d’Italia più adatti per le immersioni.

Tra le attrazioni migliori troviamo la spiaggia di Cala Nave, raggiungibile attraverso la scalinata più bella dell’isola o con la barca, così come le altre piccole calette incontaminate.

Conosciuta come l’isola da cui soffia il vento, il simbolo dell’isola di Ventotene sono le mongolfiere, vengono fatte volare ogni anno in occasione della festa della patrona, Santa Candida, il 20 settembre. Segnate la data tra i ponti del prossimo anno!

Sull’isola di Santo Stefano si trova una prigione abbandonata che fu costruita dai Borboni nel Settecento: la struttura è visitabile, prenotando un tour che parte dal porto romano e ripercorre le antiche vie.

Con la sua posizione strategica, è l’unica delle isole Pontine da cui nelle giornate in cui il cielo è limpido si avvista addirittura il Vesuvio.

Zannone, Gavi e Palmarola

Zannone e Gavi sono completamente disabitate e selvagge: sono da visitare in giornata, in barca, in quanto non è possibile pernottare o campeggiare su nessuno delle due isolette italiane.

Anche Palmarola è quasi completamente disabitata: ben lontana dalle abitazioni di Ponza, è possibile trovare sull’isola delle case scavate nella roccia, e le rimesse dei pescatori: non ci sono alberghi, o case vacanza per i turisti, ma solo splendide spiagge da visitare in barca.

Le più belle isole d’Italia per te

Ora che conosci i segreti delle più belle isole d’Italia, cosa aspetti a partire?

Strutture disponibili a capri
Qui trovi una selezione di stabilimenti balneari registrati su Cocobuk.com vicino alla struttura che hai cercato.
Card image cap

Quali sono le più belle isole d’Italia?

Non solo Sardegna e Sicilia: sapevate che sul territorio italiano si trovano oltre 800 isole? Alcune sono solo spiagge non abitate, mentre altre offrono panorami inestimabili, dal grande valore storico e culturale. Se la costa della Penisola non vi basta, ecco l’elenco delle più belle isole d’Italia da visitare da Nord a Sud, tra mare e arte!

Isole Eolie

L’arcipelago delle Isole Eolie è composto da sette isole, rinomate in tutto il mondo per le loro acque trasparenti e le loro atmosfere tipiche: Lipari, Vulcano, Stromboli, Salina, Filicudi, Panarea e Alicudi.

Al largo di Messina, sulla costa settentrionale della Sicilia, le Eolie sono famose in tutto il mondo per le loro bellezze naturali, le atmosfere tipiche che le contraddistinguono, ma anche per i due vulcani ancora attivi che ospitano. Per questi motivi, le Isole Eolie sono state riconosciute dall’UNESCO Patrimonio dell’Umanità. Insieme costituiscono un itinerario imperdibile tra le isole d’Italia: andiamo a scoprirle.

Spiagge Isole Italia: Lipari

Lipari

L’isola di Lipari è la più grande delle Eolie, ricca di negozi e ristoranti, e con una vivace vita notturna. Da sempre è stata punto di riferimento per l’arcipelago, è la meta ideale per una vacanza culturale: sono da visitare obbligatoriamente la maestosa Cattedrale sul mare, il castello medievale e il museo archeologico, il tutto corredato da una passeggiata nel centro storico della città.

Dopo la visita al borgo, la prossima destinazione è la spiaggia. Le spiagge di Lipari sono rocciose, e bisogna camminare un po’ per raggiungerle: tra le oasi selvagge e di natura incontaminata troviamo le spiagge di Valle Muria e Spiagge Bianche.

Vulcano

L’isola di Vulcano è la perfetta incarnazione dell’anima aspra delle Eolie: è terra di magma, vapori sulfurei e bellissimi fondali blu. Ospita l’omonimo cratere, attualmente dormiente: l’attività vulcanica principale è costituita da fumarole, visibili in diverse zone dell’isola italiana, e tra le quali è raccomandata un’escursione, che può portarvi fin sul cratere.

Su Vulcano è consigliata una visita alla famosa Spiaggia Nera e all’isolata Spiaggia del Gelso.

Salina, tra le più belle isole d’Italia per il cinema

Salina è l’isola più verde delle Eolie, conosciuta per il piccolo borgo di Pollara, con le sue montagne gemelle, è la prediletta da tante famiglie con bambini. Ma non solo: proprio su quest’isola sono state girate alcune scene del film il Postino.

Il porto turistico è quello di Santa Marina, ma l’isola può essere comodamente attraversata in poco tempo: da visitare, in località Vallone Zappini, il ponte in pietra settecentesco facente parte dell’antica strada.

Salina è l’isola con più spiagge di sabbia: le più belle spiagge dell’isola sono Punta Brigantino, la spiaggia di Rinella e Prà Venezia.

Panarea

La più piccola delle Eolie ma per fascino e bellezza davvero unica: Panarea è la più glamour, con ristoranti e locali di charme e famosa per il turismo di élite. Panarea deve il suo nome alle caratteristiche fisiche del terreno: Panaraia significa infatti “tutta sconnessa”: l’isola e le sue coste frastagliate sono la cornice perfetta per piacevolissime passeggiate tra hibiscus, piante di capperi e buganvillee.

La storia cambia al tramonto: il centro della movida notturna è San Pietro, il salotto glamour delle isole Eolie, famoso per i suoi aperitivi sul mare, i locali e le discoteche!

Stromboli, Filicudi e Alicudi

Le isole più selvagge delle Eolie sono le mete ideali per gli escursionisti: lontani dal caos di Panarea, si offrono come rifugio alla vita mondana e al traffico.

Colossi di roccia, emersi dal mare, queste isolette italiane mettono a disposizione del turista in cerca di avventura inusuali e sorprendenti percorsi di trekking, che dalle sommità più elevate e panoramiche ci condurranno, declinando verso il mare, verso calette incontaminate.

Per visitare le spiagge e il mare incontaminato, è possibile noleggiare i tipici gozzi, che consentono una splendida vista dal mare.

Le più belle isole d’Italia: le Isole Egadi

L’arcipelago delle isole Egadi si trova al largo delle coste di Trapani, e comprende tre isole maggiori e una serie di isolotti. Le tre isole più belle e più importanti per dimensione sono Favignana, Marettimo e Levanzo. Gli isolotti minori, visitabili in giornata con un’escursione in barca, sono Maraone, Formica, dello Stagnone, Galera, Galeotta, Preveto e Faraglione.

Favignana

Isole d'Italia più belle: Favignana, isole Egadi

Favignana, l’isola più grande e più popolosa, è conosciuta anche come la Grande Farfalla sul Mare, poiché vista dall’alto ricorda una farfalla con le ali spiegate, divisa in due parti dal colle di Santa Caterina.

La storia dell’isola di Favignana ha radici antiche, e racconta la storia della Sicilia: da visitare assolutamente il Castello di Santa Caterina, l’unico dei tre castelli di Favignana ancora visitabile, e l’ex Stabilimento Florio. Si tratta di una ex Tonnara, oggi trasformata in un museo dove è possibile scoprire i segreti della pesca al tonno e il legame con l’isola.

Ma Favignana è tra le più belle isole d’Italia soprattutto per il mare: per la sua conformazione fisica, è possibile scegliere tra cale di sabbia fine, e grotte azzurre.

Tra le spiagge più belle ci sono Cala Rossa, premiata anche da classifiche internazionali come “spiaggia più bella d’Italia”, famosa per la sua sabbia finissima. Per gli amanti delle cale rocciose, la spiaggia del Bue Marino offre scogliere che sono state scolpite dall’uomo: si tratta di una ex cava di tufo, ora abbandonata.

Il tramonto migliore dell’isola di Favignana, invece, potrete ammirarlo dalla selvaggia Cala Faraglioni: un momento indimenticabile.

Marettimo, Levanzo e gli isolotti delle Isole Egadi

Non solo Favignana: anche Marettimo e Levanzo meritano un’escursione.

Entrambe le isole nascondono percorsi tra mare, arte e storia: sull’isola di Marettimo, tramite un sentiero non troppo complesso e accessibile anche ai meno esperti, è possibile raggiungere l’imponente Castello di Punta Troia, risalente al Medioevo.

L’isola di Levanzo, invece, nasconde nelle sue grotte segreti ancora più antichi: in particolare, con un’escursione in barca, è possibile raggiungere la Grotta del Genovese, le cui pareti interne sono ricoperte da graffiti di scene di caccia e pesca del 10.000 a.C.

Essendo isole poco abitate, tutte le spiagge sono a disposizione del turista per un

Le più belle isole in Puglia: le isole Tremiti

Le Tremiti sono un arcipelago di fronte alle coste pugliesi, al largo dei porti del Gargano.  Si tratta delle uniche isole italiane del sud dell’Adriatico, e sono un vero paradiso per gli amanti del mare: grazie al mare cristallino e alla loro conformazione, sono da sempre spiagge su cui sventola l’ambita Bandiera Blu.

Anche dette Diomedee, le Tremiti sono cinque isolette di natura rocciosa: San Domino, San Nicola, Capraia, Cretaccio e Pianosa. Solo due isole sono abbastanza grandi da essere abitate, ovvero San Domino e San Nicola, mentre le altre sono visitabili in giornata…rigorosamente in barca!  Dimenticate il traffico, le auto e lo stress delle città: noleggiate un gommone o prenotate un tour con una guida locale: solo così è possibile godersi l’arcipelago di Diomede.

San Domino

San Domino è la più grande delle isole Tremiti, e la più abitata. Nonostante sia circondata da grotte, ospita l’unica spiaggia sabbiosa del’arcipelago: Cala delle Arene. Circondata da grotte, visitabili tramite escursioni in barca, la più famosa è la grotta del Bue Marino, che prende il nome dalla colonia di foche monache che un tempo vivevano qui.

Celebre è anche Cala Matana, dove si trova la villa di Lucio Dalla. Il cantautore, di origini pugliesi, amava trascorrere all’isola di San Domino lunghi periodi dell’anno. Pare che fu proprio nella sua Villa alle isole Tremiti che compose alcuni dei suoi capolavori, tra cui Piazza Grande e Com’è profondo il mare.

isole tremiti

San Nicola, Capraia e le altre isole Tremiti

San Nicola, oltre che con il suo mare, incanta i turisti con la sua storia: ospita infatti l’Abbazia benedettina di Santa Maria a Mare, sorta secondo la leggenda sopra la tomba dell’eroe Diomede, creatore mitologico delle isole. L’Abbazia è così grande da essere ben visibile anche dalle isole vicine: partendo dal porticciolo, e superando le cinta murarie, è possibile ancora oggi visitare il convento e le sue sale.

L’isola di Capraia è la seconda isoletta più grande dell’arcipelago, ma non è abitata. Il suo nome viene fatto derivare dalla presenza, in età antica, di capre selvatiche.

Siete amanti delle immersioni? Poco lontano dall’isola di Capraia nel 1998 è stata sommersa una statua di San Pio, alta 3 metri e realizzata dallo scultore Domenico Norcia. L’opera si trova a circa 14 metri dalla superficie: volete provare a raggiungerla?

L’Arcipelago Campano

A largo del Golfo di Napoli si nascondono alcune delle isole più belle d’Italia: tutte splendide, sinonimo nel corso dei decenni di vacanze chic, ospitano tutto l’anno turisti internazionali, che si avvicinano alle spiagge sempre affollate con panfili e yacht.

L’isola di Capri

Capri è la più mondana tra le piccole isole italiane, ed è da sempre sinonimo di vacanza d’élite.

Comprende due comuni: Anacapri, la zona più autentica e più tranquilla dell’isola, che segue i ritmi lenti e tranquilli dei pescatori, e Capri, la parte più famosa e frequentata dell’isola, con boutique di lusso, il porto grande, la movida e la celebre Piazzetta, dove incontrare personaggi famosi in vacanza.

Capri è ideale da visitare tutto l’anno, non solo in piena estate. Sia in primavera che in autunno, quando è meno affollata, si può comunque godere del suo mare calmo e blu e temperature miti per il mare.

L’isola di Capri è famosa in tutto il mondo, oltre che per la sua movida, per il suo mare: simbolo dell’isola sono la Grotta Azzurra e i Faraglioni, entrambi visitabili in barca.

La Grotta Azzurra è una grotta larga 25 metri e lunga 60, dove solo le barchette di pescatori riescono ad accedere. Non preoccupatevi, perché nonostante il buio profondo, vedrete benissimo: l’acqua, di un azzurro intenso e abbagliante, illumina la grotta a giorno. Se amate l’avventura, partendo da Anacapri è possibile raggiungere a piedi la grotta, partendo dal centro di Anacapri.

Ischia, tra le isole più belle d’Italia

Tra le isole italiane da visitare c’è sicuramente Ischia. Parte dell’Arcipelago delle Isole Flegree, a nord del Golfo di Napoli, era poco conosciuta fino agli anni Cinquanta, quando divenne località amata da artisti del cinema internazionale.

I Comuni che compongono Ischia sono sei: Ischia, Casamicciola (rinomata località termale), Lacco Ameno, Forio (conosciuta in tutto il mondo per la Baia di Citara), Sant’Angelo, Serrara Fontana e Barano (dove sorge il monte Epomeo).

Ischia infatti non è solo una località balneare: è innanzitutto l’isola più grande del golfo di Napoli, ed è nota come l’Isola Verde, per la sua ricca offerta naturalistica, storico-artistica e culturale.

L’isola di Ischia offre il relax sulle sue spiagge cristalline, ma anche buon cibo e la possibilità di esplorare borghi suggestivi e fare immersioni benefiche nelle varie località termali. Le località più famose per le terme sono il Neogombo a Lacco Ameno e i Giardini Poseidon a Forio, entrambe con ingresso a pagamento. Terme libere sono invece quelle di Baia di Sorgeto e Cartaromana.

Gli amanti delle escursioni possono visitare assolutamente il suggestivo Castello Aragonese, il famoso borgo marinaro di Ischia Ponte antico, il porto e l’antica Villa de’ Bagni.

Un consiglio: per visitare Ischia, la soluzione ideale può essere noleggiare uno scooter e girare liberi tra i Comuni della città!

Le isole nel centro Italia: le isole Ponziane

Le Ponziane, o isole Pontine, sono tre le isole più belle e selvagge dell’Italia centrale, nel golfo di Gaeta. Le isole che fanno parte dell’arcipelago pontino sono Ponza, Ventotene, Santo Stefano, Zannone, Palmarola e Gavi. Di queste, solo le prime tre sono abitate, mentre la restante parte è da sempre disabitata, e meta di escursioni in barca.

Isola di Ponza, Italia

Le più belle isole d’Italia: Ponza

Ponza è un’isola autentica e poco frequentata, da visitare in poco tempo. Le sue calette nascoste in molti casi sono raggiungibili esclusivamente via mare, altrimenti percorrendo a piedi dei sentieri immersi nel verde.

Tra le tante isolette italiane, Ponza è unica per la ricchezza della sua vegetazione e la sua morfologia frastagliata e aspra. Offre non solo spiagge sabbiose, ma anche calette nascoste e scogliere imperdibili, soprattutto per gli amanti dello snorkeling: le grotte sottomarine di Ponza, infatti, sono famose in tutta Europa!

La spiaggia più bella e famosa è senz’altro Chiaia di Luna, una mezzaluna di sabbia, sovrastata da una bianca scogliera, raggiungibile via mare e prima anche tramite un tunnel di epoca romana: è il lungomare dell’isola di Ponza, ideale per un cocktail al tramonto.

Imperdibili a Ponza sono le grotte di Pilato e la grotta di Ulisse, entrambe raggiungibili tramite un’escursione in barca che vi farà fare il giro dell’isola per tuffarvi nelle acque blu.

Ventotene e Santo Stefano

L’isola di Ventotene si trova a metà strada tra Roma e Napoli, ed è uno dei luoghi d’Italia più adatti per le immersioni.

Tra le attrazioni migliori troviamo la spiaggia di Cala Nave, raggiungibile attraverso la scalinata più bella dell’isola o con la barca, così come le altre piccole calette incontaminate.

Conosciuta come l’isola da cui soffia il vento, il simbolo dell’isola di Ventotene sono le mongolfiere, vengono fatte volare ogni anno in occasione della festa della patrona, Santa Candida, il 20 settembre. Segnate la data tra i ponti del prossimo anno!

Sull’isola di Santo Stefano si trova una prigione abbandonata che fu costruita dai Borboni nel Settecento: la struttura è visitabile, prenotando un tour che parte dal porto romano e ripercorre le antiche vie.

Con la sua posizione strategica, è l’unica delle isole Pontine da cui nelle giornate in cui il cielo è limpido si avvista addirittura il Vesuvio.

Zannone, Gavi e Palmarola

Zannone e Gavi sono completamente disabitate e selvagge: sono da visitare in giornata, in barca, in quanto non è possibile pernottare o campeggiare su nessuno delle due isolette italiane.

Anche Palmarola è quasi completamente disabitata: ben lontana dalle abitazioni di Ponza, è possibile trovare sull’isola delle case scavate nella roccia, e le rimesse dei pescatori: non ci sono alberghi, o case vacanza per i turisti, ma solo splendide spiagge da visitare in barca.

Le più belle isole d’Italia per te

Ora che conosci i segreti delle più belle isole d’Italia, cosa aspetti a partire?

Strutture disponibili a capri
Qui trovi una selezione di stabilimenti balneari registrati su Cocobuk.com vicino alla struttura che hai cercato.