Card image cap

Golfo di Marinella: alla scoperta della Sardegna del Nord

Quando si pensa alla Sardegna vengono in mente immediatamente delle mete paradisiache e il Golfo di Marinella è una di queste. Non solo. La bellezza del mare e delle spiagge del Golfo di Marinella viene esaltata anche da una natura esplosiva e ancora selvaggia.

Questo rende questa meta perfetta per chi è alla ricerca di qualcosa di unico e non solo delle solite mete della Costa Smeralda, ad oggi la parte più nota e frequentata dell’isola intera.

Tra un mare color smeraldo, fondali bassi e sabbia finissima qui ci sono tutti gli ingredienti per una vacanza estiva perfetta, anche per i più sportivi.

Scopriamo insieme tutte le possibilità che si hanno e come organizzare una vacanza nel Golfo di Marinella.

Dove si trova il Golfo di Marinella

Siamo nella zona a Nord della Sardegna, per la precisione in provincia di Olbia. Il golfo sorge a pochi chilometri dal borgo di Porto Rotondo e quindi non è così distante dalla più nota Costa Smeralda che però è anche la zona più caotica.

Chi desidera una vacanza rilassante, ma senza rinunciare anche alla vicinanza delle mete più glamour dovrebbe immediatamente prenotare proprio in questa zona della Sardegna.

Del resto, nel corso degli ultimi anni le spiagge del Golfo di Marinella sono diventate sempre più spesso la meta preferita di famiglie, coppie e sportivi. Questo soprattutto grazie alle grandi distese di sabbia finissima, al mare pulito e alle tante strutture ricettivestabilimenti balneari che si trovano in zona.

Le spiagge del Golfo di Marinella

Tra le più belle spiagge del Golfo di Marinella, nonché la principale di questa incantevole zona della Sardegna, c’è la spiaggia di La Marinella che dà il nome all’insenatura. Il paesaggio naturale che la circonda è da cartolina. Sabbia finissima, acque limpide e colori perlacei che fanno da splendido contorno al profilo che si scorge dalla frazione stessa: le isole di Soffi e Mortorio.

Questa spiaggia è lunga 1 km e regala uno scenario da cartolina, perfetto per gli sport acquatici, le vacanze degli sportivi e della famiglia.

Anche il villaggio di Punta Marana merita una visita. Qui si può visitare un pittoresco porto turistico. La zona è ricca di residenze, villaggi dotati di ogni comfort e spiagge private, oasi di tranquillità in riva al mare. Imperdibile la chiesa della Madonna del Monte, una costruzione tutta bianca che sorge proprio su una collina e rende il paesaggio unico.

Ma le spiagge del Golfo di Marinella sono semplicemente stupende e vanno visitate tutte. La bellezza di queste baie, protette dal vento e immerse nella macchia mediterranea, ammalia. Basta percorrere la strada panoramica per Olbia e fare delle soste lungo il percorso: troverete Cala Sassari, Cala Banana, Sos Aranzos e Terrata, tutte spettacolari e con un mare color smeraldo.

La spiaggia Baia de Bahas è una delle spiagge del Golfo di Marinella tra quelle più adatte per chi è alla ricerca di un posto abbastanza selvaggio e decisamente lontano dalla calca. Anche qui, come del resto in tutta la zona di cui stiamo parlando, la sabbia è finissima e il mare è color smeraldo. Una delle peculiarità è la presenza di un attracco per gommoni e piccole imbarcazioni che rendono la spiaggia la meta preferita da chi fa delle gite in mare e vuole fermarsi un po’.

Se si cerca la spiaggia più famosa del Golfo di Marinella si deve puntare alla Spiaggia Bianca. Qui si fondono sia rocce che dune di sabbia. Il nome deriva proprio dalla sabbia bianca e sottile che caratterizza la zona. La spiaggia è anche meta preferita di amanti delle immersioni e appassionati di snorkeling.

Non si tratta di una spiaggia molto grande, ma da qui posi si arriva a Capo Coda Cavallo.

Segnaliamo anche Cala Sabina, un paradiso poco conosciuto se non dagli amanti delle immersioni. Qui non ci sono lidi attrezzati ma gli alberi permettono di trovare l’ombra in diverse ore del giorno. Anche CalaMoresca è bella e si dovrebbe visitare. Sembra quasi una piscina ed è per questo che la spiaggia in questione ha raggiunto una fama sempre maggiore.

Cosa vedere a Olbia

Come detto siamo nelle vicinanze di Olbia, una delle città costiere più note della Sardegna del Nord-Est. Tante cose da vedere in città e consigliamo di prendere carta e penna. Se visitate il Golfo di Marinella vi consigliamo di fare un salto anche qui.

Il simbolo di Olbia è senza dubbio la basilica medievale di San Simplicio, nota anche per la vicina necropoli. Siamo nel cuore del centro storico della città e la basilica è costruita in stile romanico pisano. Sotto l’altare di granito sono state ritrovate, nel 1614, le reliquie di San Simplicio. Contestualmente vennero anche effettuati degli scavi nella cripta.

La necropoli di San Simplicio conta 450 tombe che sono state fatte risalire all’età romana. Oggi è visitabile previo acquisto di un biglietto di ingresso.

Molto interessante anche la tomba dei Giganti che si trova su Monte e’ S’Abe. Questo è un monumento funerario datato 4 mila anni fa. In zona c’è anche il castello di Pedres che deve essere visitato se si arriva in zona.

Possiamo dire che il cuore del centro storico di Olbia è quello che si sviluppa nei pressi di Corso Umberto I e a tutte le sue piccole piazze adiacenti.  Abbiamo, ad esempio, Piazza Terranova Pausania, Piazza delle Terme e Piazza Matteotti. Tra le stradine della zona è possibile perdersi alla scoperta del volto più autentico di Olbia, tra ristorantini, locali e negozietti che permettono di vivere un’avventura da veri local.

Per chi arriva nel Golfo di Marinella questo è l’itinerario più consigliato, quello che vale la pena segnare e fare.



Prenota la tua giornata in spiaggia



Strutture disponibili a olbia
Qui trovi una selezione di stabilimenti balneari registrati su Cocobuk.com vicino alla struttura che hai cercato.
Card image cap

Golfo di Marinella: alla scoperta della Sardegna del Nord

Quando si pensa alla Sardegna vengono in mente immediatamente delle mete paradisiache e il Golfo di Marinella è una di queste. Non solo. La bellezza del mare e delle spiagge del Golfo di Marinella viene esaltata anche da una natura esplosiva e ancora selvaggia.

Questo rende questa meta perfetta per chi è alla ricerca di qualcosa di unico e non solo delle solite mete della Costa Smeralda, ad oggi la parte più nota e frequentata dell’isola intera.

Tra un mare color smeraldo, fondali bassi e sabbia finissima qui ci sono tutti gli ingredienti per una vacanza estiva perfetta, anche per i più sportivi.

Scopriamo insieme tutte le possibilità che si hanno e come organizzare una vacanza nel Golfo di Marinella.

Dove si trova il Golfo di Marinella

Siamo nella zona a Nord della Sardegna, per la precisione in provincia di Olbia. Il golfo sorge a pochi chilometri dal borgo di Porto Rotondo e quindi non è così distante dalla più nota Costa Smeralda che però è anche la zona più caotica.

Chi desidera una vacanza rilassante, ma senza rinunciare anche alla vicinanza delle mete più glamour dovrebbe immediatamente prenotare proprio in questa zona della Sardegna.

Del resto, nel corso degli ultimi anni le spiagge del Golfo di Marinella sono diventate sempre più spesso la meta preferita di famiglie, coppie e sportivi. Questo soprattutto grazie alle grandi distese di sabbia finissima, al mare pulito e alle tante strutture ricettivestabilimenti balneari che si trovano in zona.

Le spiagge del Golfo di Marinella

Tra le più belle spiagge del Golfo di Marinella, nonché la principale di questa incantevole zona della Sardegna, c’è la spiaggia di La Marinella che dà il nome all’insenatura. Il paesaggio naturale che la circonda è da cartolina. Sabbia finissima, acque limpide e colori perlacei che fanno da splendido contorno al profilo che si scorge dalla frazione stessa: le isole di Soffi e Mortorio.

Questa spiaggia è lunga 1 km e regala uno scenario da cartolina, perfetto per gli sport acquatici, le vacanze degli sportivi e della famiglia.

Anche il villaggio di Punta Marana merita una visita. Qui si può visitare un pittoresco porto turistico. La zona è ricca di residenze, villaggi dotati di ogni comfort e spiagge private, oasi di tranquillità in riva al mare. Imperdibile la chiesa della Madonna del Monte, una costruzione tutta bianca che sorge proprio su una collina e rende il paesaggio unico.

Ma le spiagge del Golfo di Marinella sono semplicemente stupende e vanno visitate tutte. La bellezza di queste baie, protette dal vento e immerse nella macchia mediterranea, ammalia. Basta percorrere la strada panoramica per Olbia e fare delle soste lungo il percorso: troverete Cala Sassari, Cala Banana, Sos Aranzos e Terrata, tutte spettacolari e con un mare color smeraldo.

La spiaggia Baia de Bahas è una delle spiagge del Golfo di Marinella tra quelle più adatte per chi è alla ricerca di un posto abbastanza selvaggio e decisamente lontano dalla calca. Anche qui, come del resto in tutta la zona di cui stiamo parlando, la sabbia è finissima e il mare è color smeraldo. Una delle peculiarità è la presenza di un attracco per gommoni e piccole imbarcazioni che rendono la spiaggia la meta preferita da chi fa delle gite in mare e vuole fermarsi un po’.

Se si cerca la spiaggia più famosa del Golfo di Marinella si deve puntare alla Spiaggia Bianca. Qui si fondono sia rocce che dune di sabbia. Il nome deriva proprio dalla sabbia bianca e sottile che caratterizza la zona. La spiaggia è anche meta preferita di amanti delle immersioni e appassionati di snorkeling.

Non si tratta di una spiaggia molto grande, ma da qui posi si arriva a Capo Coda Cavallo.

Segnaliamo anche Cala Sabina, un paradiso poco conosciuto se non dagli amanti delle immersioni. Qui non ci sono lidi attrezzati ma gli alberi permettono di trovare l’ombra in diverse ore del giorno. Anche CalaMoresca è bella e si dovrebbe visitare. Sembra quasi una piscina ed è per questo che la spiaggia in questione ha raggiunto una fama sempre maggiore.

Cosa vedere a Olbia

Come detto siamo nelle vicinanze di Olbia, una delle città costiere più note della Sardegna del Nord-Est. Tante cose da vedere in città e consigliamo di prendere carta e penna. Se visitate il Golfo di Marinella vi consigliamo di fare un salto anche qui.

Il simbolo di Olbia è senza dubbio la basilica medievale di San Simplicio, nota anche per la vicina necropoli. Siamo nel cuore del centro storico della città e la basilica è costruita in stile romanico pisano. Sotto l’altare di granito sono state ritrovate, nel 1614, le reliquie di San Simplicio. Contestualmente vennero anche effettuati degli scavi nella cripta.

La necropoli di San Simplicio conta 450 tombe che sono state fatte risalire all’età romana. Oggi è visitabile previo acquisto di un biglietto di ingresso.

Molto interessante anche la tomba dei Giganti che si trova su Monte e’ S’Abe. Questo è un monumento funerario datato 4 mila anni fa. In zona c’è anche il castello di Pedres che deve essere visitato se si arriva in zona.

Possiamo dire che il cuore del centro storico di Olbia è quello che si sviluppa nei pressi di Corso Umberto I e a tutte le sue piccole piazze adiacenti.  Abbiamo, ad esempio, Piazza Terranova Pausania, Piazza delle Terme e Piazza Matteotti. Tra le stradine della zona è possibile perdersi alla scoperta del volto più autentico di Olbia, tra ristorantini, locali e negozietti che permettono di vivere un’avventura da veri local.

Per chi arriva nel Golfo di Marinella questo è l’itinerario più consigliato, quello che vale la pena segnare e fare.



Prenota la tua giornata in spiaggia



Strutture disponibili a olbia
Qui trovi una selezione di stabilimenti balneari registrati su Cocobuk.com vicino alla struttura che hai cercato.